Archivi tag: Tirana

Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (6a puntata)

Un viaggio in Albania, attorno alle storie dei migranti di ritorno

c2a9ilariascarpa_albaniacomp6

Le foto del reportage sono di Ilaria Scarpa

***

Puntata n°6 – Lavori culturali

L’Albania è in veloce trasformazione. L’atmosfera decadente che si respirava nel primo decennio dalla caduta del comunismo ha lasciato il passo a un dinamismo sociale e imprenditoriale che sta imprimendo al paese una rapida mutazione. A Tirana si racconta di opere di ammodernamento realizzate quasi dall’oggi al domani. Nel frattempo, spinti dalla crisi europea, ma anche dalla voglia di tornare e investire nella propria patria, molti albanesi fanno ritorno dopo anni di migrazione e iniziano percorsi di lavoro, importando le logiche e le mode dei paesi dove hanno vissuto: Italia, Germania, Grecia, Stati Uniti. E diversi stranieri, italiani inclusi, compiono lo stesso percorso scegliendo questo piccolo paese come luogo per costruirsi un futuro. È un fenomeno che dal 2012 coinvolge moltissime persone, tanto da spingere la cooperazione internazionale ad attivare progetti per assistere il ritorno. Perché spesso è difficile reinserirsi in un contesto che ci si è lasciati alla spalle anni addietro e in un mercato del lavoro profondamente mutato. Continua a leggere Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (6a puntata)

Annunci

Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (5a puntata)

Un viaggio in Albania, attorno alle storie dei migranti di ritorno

c2a9ilariascarpa_albaniacomp5

Le foto del reportage sono di Ilaria Scarpa

***

Puntata n°5 – Tirana

L’Albania è in veloce trasformazione. L’atmosfera decadente che si respirava nel primo decennio dalla caduta del comunismo ha lasciato il passo a un dinamismo sociale e imprenditoriale che sta imprimendo al paese una rapida mutazione. A Tirana si racconta di opere di ammodernamento realizzate quasi dall’oggi al domani. Nel frattempo, spinti dalla crisi europea, ma anche dalla voglia di tornare e investire nella propria patria, molti albanesi fanno ritorno dopo anni di migrazione e iniziano percorsi di lavoro, importando le logiche e le mode dei paesi dove hanno vissuto: Italia, Germania, Grecia, Stati Uniti. E diversi stranieri, italiani inclusi, compiono lo stesso percorso scegliendo questo piccolo paese come luogo per costruirsi un futuro. È un fenomeno che dal 2012 coinvolge moltissime persone, tanto da spingere la cooperazione internazionale ad attivare progetti per assistere il ritorno. Perché spesso è difficile reinserirsi in un contesto che ci si è lasciati alla spalle anni addietro e in un mercato del lavoro profondamente mutato. Continua a leggere Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (5a puntata)

Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (4a puntata)

Un viaggio in Albania, attorno alle storie dei migranti di ritorno

c2a9ilariascarpa_albaniacomp4

Le foto del reportage sono di Ilaria Scarpa

***

Puntata n°4 – Zadrima, Fierzë

L’Albania è in veloce trasformazione. L’atmosfera decadente che si respirava nel primo decennio dalla caduta del comunismo ha lasciato il passo a un dinamismo sociale e imprenditoriale che sta imprimendo al paese una rapida mutazione. A Tirana si racconta di opere di ammodernamento realizzate quasi dall’oggi al domani. Nel frattempo, spinti dalla crisi europea, ma anche dalla voglia di tornare e investire nella propria patria, molti albanesi fanno ritorno dopo anni di migrazione e iniziano percorsi di lavoro, importando le logiche e le mode dei paesi dove hanno vissuto: Italia, Germania, Grecia, Stati Uniti. E diversi stranieri, italiani inclusi, compiono lo stesso percorso scegliendo questo piccolo paese come luogo per costruirsi un futuro. È un fenomeno che dal 2012 coinvolge moltissime persone, tanto da spingere la cooperazione internazionale ad attivare progetti per assistere il ritorno. Perché spesso è difficile reinserirsi in un contesto che ci si è lasciati alla spalle anni addietro e in un mercato del lavoro profondamente mutato. Continua a leggere Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (4a puntata)

Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (3a puntata)

Un viaggio in Albania, attorno alle storie dei migranti di ritorno

c2a9ilariascarpa_albaniacomp3

Le foto del reportage sono di Ilaria Scarpa

***

Puntata n°3 – Lezha, Zadrima

L’Albania è in veloce trasformazione. L’atmosfera decadente che si respirava nel primo decennio dalla caduta del comunismo ha lasciato il passo a un dinamismo sociale e imprenditoriale che sta imprimendo al paese una rapida mutazione. A Tirana si racconta di opere di ammodernamento realizzate quasi dall’oggi al domani. Nel frattempo, spinti dalla crisi europea, ma anche dalla voglia di tornare e investire nella propria patria, molti albanesi fanno ritorno dopo anni di migrazione e iniziano percorsi di lavoro, importando le logiche e le mode dei paesi dove hanno vissuto: Italia, Germania, Grecia, Stati Uniti. E diversi stranieri, italiani inclusi, compiono lo stesso percorso scegliendo questo piccolo paese come luogo per costruirsi un futuro. È un fenomeno che dal 2012 coinvolge moltissime persone, tanto da spingere la cooperazione internazionale ad attivare progetti per assistere il ritorno. Perché spesso è difficile reinserirsi in un contesto che ci si è lasciati alla spalle anni addietro e in un mercato del lavoro profondamente mutato. Continua a leggere Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (3a puntata)

Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (2a puntata)

Un viaggio in Albania, attorno alle storie dei migranti di ritorno

c2a9ilariascarpa_albaniacomp2

Le foto del reportage sono di Ilaria Scarpa

***

Puntata n°2 – Scutari (II parte)

L’Albania è in veloce trasformazione. L’atmosfera decadente che si respirava nel primo decennio dalla caduta del comunismo ha lasciato il passo a un dinamismo sociale e imprenditoriale che sta imprimendo al paese una rapida mutazione. A Tirana si racconta di opere di ammodernamento realizzate quasi dall’oggi al domani. Nel frattempo, spinti dalla crisi europea, ma anche dalla voglia di tornare e investire nella propria patria, molti albanesi fanno ritorno dopo anni di migrazione e iniziano percorsi di lavoro, importando le logiche e le mode dei paesi dove hanno vissuto: Italia, Germania, Grecia, Stati Uniti. E diversi stranieri, italiani inclusi, compiono lo stesso percorso scegliendo questo piccolo paese come luogo per costruirsi un futuro. È un fenomeno che dal 2012 coinvolge moltissime persone, tanto da spingere la cooperazione internazionale ad attivare progetti per assistere il ritorno. Perché spesso è difficile reinserirsi in un contesto che ci si è lasciati alla spalle anni addietro e in un mercato del lavoro profondamente mutato. Continua a leggere Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (2a puntata)

Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (1a puntata)

Un viaggio in Albania, attorno alle storie dei migranti di ritorno

c2a9ilariascarpa_albaniacomp1

Le foto del reportage sono di Ilaria Scarpa

***

Puntata n°1 – Scutari

L’Albania è in veloce trasformazione. L’atmosfera decadente che si respirava nel primo decennio dalla caduta del comunismo ha lasciato il passo a un dinamismo sociale e imprenditoriale che sta imprimendo al paese una rapida mutazione. A Tirana si racconta di opere di ammodernamento realizzate quasi dall’oggi al domani. Nel frattempo, spinti dalla crisi europea, ma anche dalla voglia di tornare e investire nella propria patria, molti albanesi fanno ritorno dopo anni di migrazione e iniziano percorsi di lavoro, importando le logiche e le mode dei paesi dove hanno vissuto: Italia, Germania, Grecia, Stati Uniti. E diversi stranieri, italiani inclusi, compiono lo stesso percorso scegliendo questo piccolo paese come luogo per costruirsi un futuro. È un fenomeno che dal 2012 coinvolge moltissime persone, tanto da spingere la cooperazione internazionale ad attivare progetti per assistere il ritorno. Perché spesso è difficile reinserirsi in un contesto che ci si è lasciati alla spalle anni addietro e in un mercato del lavoro profondamente mutato. Continua a leggere Tre Soldi – Radio 3 :: Albania andata e ritorno (1a puntata)

Il successore di Hoxha

successore-copertinaNella notte tra il 13 e il 14 dicembre accade un avvenimento coperto dalle tenebre della sera ma anche da una fitta coltre di mistero, che terrà col fiato sospeso l’intera Tirana. Il Successore designato, indicato dalla Guida del paese come colui che prenderà il suo posto, viene trovato morto nel soggiorno della sua residenza, ucciso da un colpo di pistola. Suicidio, diramano le agenzie stampa, ma dalla vicina Jugoslavia, con cui non corre buon sangue, si comincia a fare strada un’altra versione. Qualcuno ha visto uno strano andirivieni, la notte fatidica, per l’esclusivo quartiere chiamato Bbloku, il blocco, dove vive il Successore. Alti dirigenti che si aggirano come fantasmi per le strade scure di Tirana, come sempre vigilate dalla polizia. E la parola omicidio, seguita dalla parola complotto, cominciano a materializzarsi nella mente e nelle dicerie della popolazione, senza che nessuno abbia il coraggio di pronunciarle realmente.
È questo l’incipit de «Il Successore» di Ismail Kadaré, da alcuni mesi finalmente disponibile in traduzione italiana per l’editore Longanesi che, assieme alle edizioni economiche Tea (fanno capo al medesimo gruppo editoriale), sta compiendo una preziosa opera di ristampa e riscoperta dell’opera di uno dei più grandi autori albanesi contemporaneo. Continua a leggere Il successore di Hoxha

Così vicini, così lontani

Il porto di Durazzo
Il porto di Durazzo

La distesa di palazzi che si accavallano letteralmente uno sull’altro, deturpando irrimediabilmente il bel promontorio che chiude il golfo del porto, dà il benvenuto ai viaggiatori assonnati. Durazzo, vista dal traghetto, assomiglia alle tante speculazioni edilizie che infestano anche il nostro lato dell’Adriatico, come la “fu” Punta Perotti, l’ecomostro abbattuto a Bari. Mi sporgo un po’ dalla balaustra: la maggior parte degli edifici sono ancora in costruzione. Dietro di loro, in lontananza, spuntano ciuffi di gru, parcheggiate in attesa dell’inizio del turno.
Alex si sporge accanto a me. “Qui il mare non è buono. Per Niente. Meglio a Valona, o vicino alla Grecia, a Saranda. Lì sì che c’è il mare bello”. Alex ha diciannove anni, e sono più di due che non torna a casa sua, in un paese a trenta chilometri a sud di Durazzo, o Durrësi, come la chiamano qui. L’ho conosciuto la sera prima sul traghetto, carico all’inverosimile di albanesi che lavorano in Italia e per l’estate tornano dalle famiglie. Aspettavamo di partire, ma le procedure al porto di Bari sono un po’ lunghe: dalle undici, orario previsto, finiamo per partire alle tre di notte. “È un peccato che non sono venuto in macchina, sennò ti ci portavo io a Tirana”, mi fa quando gli spiego il giro che voglio fare. Ma tu devi andare a sud, Tirana è a 50 chilometri verso l’interno. “E allora? È vicina, è vicina. Ti ci portavo con la macchina”. Un primo assaggio dell’ospitalità albanese. Continua a leggere Così vicini, così lontani