Archivi tag: rom

Fahrenheit – Radio 3 :: «Confini diamanti» di Andrea Mochi Sismondi

Faccia a Faccia con ANDREA MOCHI SISMONDI
autore di «CONFINI DIAMANTI» (Ombre Corte, 2012)

A Sutka, in Macedonia, i rom sono in maggioranza: hanno un loro Sindaco e un loro canale televisivo. Andrea Mochi Sismondi, attore e drammaturgo, racconta in prima persona il suo viaggio e il suo ritorno a Sutka, in cui il rovesciamento tra l’essere straniero e l’essere residente permette un progressivo svelarsi davanti ai suoi occhi di quella human network che da Sutka si dirama in tutta Europa lungo le strade dei familiari partiti. Incontro dopo incontro, i preconcetti portati inconsapevolmente dall’Italia – buonisti o razzisti che siano – sbattono contro la realtà, dimostrandosi insufficienti a comprendere la complessità di ciò che si mostra. Ciò che traspare è un’opzione aperta: la possibilità di concepire l’esistenza individuale, la pratica politica e la stessa Storia in un altro modo. Un modo diverso, che non nasconde le sue contraddizioni e le sue miserie, ma evoca potenzialità spesso inespresse o in molti modi tarpate. Continua a leggere Fahrenheit – Radio 3 :: «Confini diamanti» di Andrea Mochi Sismondi

Annunci

La mancanza di pianificazione e il pregiudizio rendono precarie le condizioni di vita dei rom

Il rogo di Roma in cui, domenica 6 febbraio, hanno perso la vita la vita quattro bambini rom è una delle più grandi tragedie che hanno colpito la popolazione rom in Italia, ma non è l’unica: nell’agosto del 2010, sempre a Roma, morì un bambino di tre anni a causa di un incendio e il fratello rimase gravemente ferito; qualche mese prima, a Milano, un ragazzino di tredici anni era morto per lo stesso motivo. Il giorno dopo la tragedia a rendere omaggio alle salme c’era il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha fatto una dichiarazione importante: gli abitanti dei campi vanno ricollocati in “abitazioni stabili e sicure”.
Il sindaco di Roma Gianni Alemanno, che era con lui, è però fautore di una politica diversa. Una politica che ha affrontato il tema dei campi nomadi come un’emergenza perenne, da inquadrare come un problema di ordine pubblico. Continua a leggere La mancanza di pianificazione e il pregiudizio rendono precarie le condizioni di vita dei rom

Rom, il lutto e l’oblio

Il rogo che domenica 6 febbraio ha divorato la vita di quattro bambini rom si è sviluppato in un campo abusivo che era stato costruito dietro il parco dell’Appia Antica, dove si trovano alcune delle rovine più suggestive della Roma imperiale. La Roma di oggi, però, di fasti ne ha ben pochi da vantare, soprattutto in tema di accoglienza. La morte di Raul, Fernando, Patrizia e Sebastian – il più piccolo aveva quattro anni, il più grande undici – è una delle più grandi tragedie che hanno colpito la popolazione rom in Italia. Ma non è l’unica: nell’agosto del 2010, a Roma, morì un bambino di tre anni a causa di un incendio e il fratello rimase gravemente ferito; qualche mese prima, a Milano, un ragazzino di tredici anni era morto per lo stesso motivo. Continua a leggere Rom, il lutto e l’oblio