Archivi tag: Massimo Cusato Monica Crotti

Tra Wilcock e Tim Burton. Il Teatro dei Dis-occupati

È una felice intuizione quella del Teatro dei Dis-occupati, che nello studio di «Sotto chiave» – di recente in scena al Cantiere di Roma – hanno arrangiato “Elisabetta e Limone” di Juan Rodolfo Wilcock, testo luminoso e pieno di guizzi linguistici scritto negli anni Sessanta, trattandolo quasi come un lavoro da teatro ragazzi. Incredibile a dirsi, ma i segni del tempo che questa piéce a cavallo tra teatro dell’assurdo e comicità surreale, nel solco di quello stile difficilmente classificabile che caratterizzava l’autore argentino scomparso nel 1978 e oggi ingiustamente dimenticato, sembrano svanire.
«Sotto chiave» si apre sulla camera da letto della signorina Elisabetta (Monica Crotti), la “tomba” in cui questa donna un po’ tocca, che prega invocando la “santa repubblica”, si è rinchiusa. Limone (Massimo Cusato), un evaso in cerca di rifugio, si infila dentro di soppiatto, ma finirà per incatenarsi – letteralmente – alla folle logica della signorina. Ridotto in catene da lei, quasi fosse un animale pericoloso, riuscirà a convincerla a lasciarlo andare; ma constatando di non aver un posto dove andare, farà ritorno dalla eccentrica ma tutto sommato accogliente signorina. Continua a leggere Tra Wilcock e Tim Burton. Il Teatro dei Dis-occupati