Archivi tag: Ipercorpo

Dove nasce Ipercorpo. Kollatino Underground e Santasangre nel nodo romano

Circa due anni fa, nel 2005, comincia a spargersi per Roma la voce dell’apertura di un nuovo spazio teatrale al quartiere Collatino, all’interno di un’occupazione abitativa che va avanti da qualche tempo. C’è subito curiosità per l’iniziativa, anche perché quell’anno segna l’apice di una ibridazione feconda tra movimenti e operatori culturali indipendenti, che ha prodotto una moltiplicazione dei luoghi per l’arte. Sempre interstiziali, abusivi, difesi coi denti.
Si tratta dell’esito visibile di un percorso assai più lungo. E anche il lavoro dei Santasangre viene da lontano. Per due anni la compagnia romana – una delle realtà dalla cifra più riconoscibile e matura nel panorama capitolino – lavora alla bonifica dello spazio, alternando questa attività di recupero al lavoro della compagnia. Quando finalmente lo spazio viene inaugurato, in occasione della Notte Bianca, è subito chiaro a tutti che si tratta di un posto non solo aperto alla sperimentazione e alle pratiche artistiche fuori dalle ottiche istituzionali e di mercato. Lo spazio scenico a “grado zero” del Kollatino, a cui si accede lungo un percorso di “cunicoli” che sembrano usciti da un film di fantascienza (e in effetti nel recupero dello spazio il cinema ci ha messo uno zampino), regala emozioni da subito, prima ancora di sedersi a vedere gli spettacoli, perché è un posto con un’anima. Trasuda dell’immaginario artistico (che è anche un orizzonte etico) di chi lo ha restituito alla città. Continua a leggere Dove nasce Ipercorpo. Kollatino Underground e Santasangre nel nodo romano

La scena del corpo

ipercorpo-festival«L’idea di fare una rassegna nasce dall’esigenza di trasformare il Kollatino Underground, spazio occupato nella periferia romana, in uno spazio pubblico per gli artisti contemporanei, che faticano a trovare un luogo di espressione». A parlare è Luca Brinchi della compagnia Santasangre, tra le più interessanti dell’ultima generazione di ricerca teatrale.
Ma Ipercorpo – questo il titolo – è diventata qualcosa di più. Un appuntamento mensile multidisciplinare, una panoramica inedita sui linguaggi contemporanei. Dopo lo spettacolo della compagnia sarda Off.ouro che ha aperto la rassegna, dal 15 al 17 marzo i ravennati Nanou presentano «Namoro», mentre ad aprile sarà la volta di Cosmesi con «Avvisaglie di un cedimento strutturale» [dal 19 al 21 aprile]. A lato degli spettacoli presentazioni di libri, incontri, liveset. Continua a leggere La scena del corpo