Archivi tag: Goffredo Fofi

Asini pensanti. Intervista a Goffredo Fofi

A luglio è uscito il primo numero de «Gli Asini», rivista bimestrale di educazione e intervento sociale. Non si tratta di una rivista di settore, ma del tentativo di leggere la crisi che stiamo vivendo in questi anni a partire da uno dei grandi rimossi della nostra società: la pedagogia. Nella terra di Don Milani e di Aldo Capitini il rapporto con le generazioni più giovani è diventato un materiale difficile da maneggiare fuori dalle logiche commerciali, l’educazione una terra di nessuno. Per questo quella de «Gli Asini» si delinea come una scommessa allo stesso tempo sensata e azzardata.
Dietro il progetto c’è Goffredo Fofi con le sue Edizioni dell’Asino. Ma il direttore de «Lo straniero», che nel corso degli anni ha dato vita ad alcune delle riviste di critica culturale e sociale più interessanti del nostro paese, assicura che il suo ruolo sarà esclusivamente di cinghia di trasmissione per dare il là a una redazione prevalentemente sotto i trent’anni (la direzione della rivista è affidata a Luigi Monti).  Lo abbiamo incontrato assieme a un gruppo di giovani redattori per farci raccontare questa nuova avventura editoriale, che nasce all’insegna dell’ostinazione, scegliendo di non relazionarsi ai meccanismi della distribuzione di un sistema editoriale in agonia, per contare esclusivamente sulla diffusione militante e su internet, attraverso il sito www.gliasini.it. Continua a leggere Asini pensanti. Intervista a Goffredo Fofi

Gli anni Ottanta di Lagioia

Nicola Lagioia abbandona i lidi della liquidità postmoderna per raccontare, attraverso un romanzo di formazione corrosivo e intenso, un pezzo della storia d’Italia che ancora stiamo finendo di digerire, la cui vera portata solo negli ultimi anni si sta dipanando in tutta la sua virulenza. Stiamo parlando degli anni Ottanta – «gli anni della vera Grande Mutazione» come li ha definiti Goffredo Fofi proprio a proposito di questo romanzo – visti attraverso gli occhi di tre ragazzi che nella Bari dell’epoca vivono, al pari dei loro genitori, una sfavillante modernità promessa via etere, che sta mutando desideri, relazioni e persino l’inconscio dell’Italia di quegli anni. Un romanzo di formazione lungo l’alba della società spettacolarizzata, dove il sottofondo è composto dalle risate-non risate del Drive In e dai discorsi di Gorbacev alla radio che pronuncia alla radio i suoi discorsi “subito dopo il nuovo pezzo dei Righeira”. Continua a leggere Gli anni Ottanta di Lagioia

Il minotauro raddoppia: un libro e un live per Capossela

Per questo natale Vinicio Capossela ha fatto le cose in grande. Una doppia uscita – o meglio, un’uscita musicale più un libro con Einaudi Sile libero – che non mancherà di soddisfare i suoi numerosi fan. Da un lato la consacrazione di «Ovunque proteggi», il suo ultimo album vincitore del Premio Tenco, riproposto in versione live: «Nel niente sotto il sole» [Warner] è infatti il risultato delle registrazioni fatte in giro per l’Italia durante il suo «Gran Tour 2006», dall’Auditorium Conciliazione di Roma a Scicli, in Sicilia, dal teatro Smeraldo di Milano all’anfiteatro di Verona, in una doppia veste: cd e dvd. Un viaggio intenso nella dimensione live, da sempre uno dei punti di forza di questo cantautore (vi ricordate l’ormai mitico «Liveinvolvo»?) che è decisamente una delle voci più intense del nostro panorama musicale. Continua a leggere Il minotauro raddoppia: un libro e un live per Capossela