Archivi tag: Enrico Casagrande

Un triennio di partecipazione: considerazioni e prospettive per Santarcangelo dei Teatri

L’edizione di Santarcangelo 2010 può essere considerata come un punto di passaggio importante per quello che è il più longevo dei festival italiani dedicati al teatro e alle arti contemporanee.
Da un punto di vista simbolico lo è stata eccome, non solo perché Santarcangelo dei Teatri festeggiava i suoi primi quarant’anni, ma anche perché questa estate ha segnato il giro di boa di una triennalità molto particolare, in cui la direzione del Festival è stata affidata ad alcuni degli artisti romagnoli più rappresentativi della scena italiana: Chiara Guidi (Socìetas Raffaello Sanzio), Enrico Casagrande (Motus) ed Ermanna Montanari (Teatro delle Albe), accompagnati da un trio di critici-organizzatori come Silvia Bottiroli, Rodolfo Sacchettini e Cristina Ventrucci. 
Questo progetto di direzione seguiva a un periodo particolare attraversato dal Festival, culminato nell’abbandono della direzione artistica da parte di Olivier Bouin che ha portato all’edizione “acefala” del 2008. Dopo due edizioni è possibile avanzare non un bilancio, ma qualche considerazione su questa formula nata per recuperare un Festival in crisi e tanto voluta dagli artisti del territorio. Continua a leggere Un triennio di partecipazione: considerazioni e prospettive per Santarcangelo dei Teatri

40 anni in rosso: parte Santarcagelo. Intervista a Enrico Casagrande

Il Festival di Santarcangelo compie quarant’anni e lo fa ritrovando la sua dimensione di festival di piazza: una vocazione che è anche un segno politico, perché recupera l’arte alla pratica del confronto, che smonta l’idea di un pubblico consumatore e recupera il teatro – l’arte della polis per antonomasia – al suo senso più profondo: il ripensare, collettivamente, cosa avviene nel mondo e dentro di noi. Dopo la direzione di Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio, quest’anno il testimone passa a Enrico Casagrande dei Motus, nell’ambito del progetto triennale che affida alle compagnie del territorio romagnolo il compito di imprimere il proprio segno al festival (nel 2011 sarà la volta di Ermanna Montanari). Tra le compagnie di punta degli anni Novanta, i Motus hanno coniugato una forte sperimentazione tecnologica ad un gesto sempre volutamente politico. Questa impostazione si riflette nel festival voluto da Casagrande, a partire dal manifesto di questa edizione che si svolge tra il 9 e il 18 di luglio: un rosso a tutto campo. Continua a leggere 40 anni in rosso: parte Santarcagelo. Intervista a Enrico Casagrande

Musica in scena. Intervista a Chiara Guidi

chiara guidiDopo un’edizione anomala, caratterizzata dall’abbandono del direttore artistico a poche settimane dal festival, Santarcangelo dei Teatri riparte quest’anno – dal 3 al 12 luglio – con un progetto triennale affidato a tre artisti che sono allo stesso tempo grandi nomi della scena contemporanea ed espressione del territorio romagnolo. L’esordio del nuovo corso – che deve fare i conti con una crisi interna che ha messo in dubbio la tenuta stessa della manifestazione che compie quest’anno 39 anni – è affidato a Chiara Guidi (Socìetas Raffaello Sanzio), a cui faranno seguito Enrico Casagrande (Motus) nel 2010 ed Ermanna Montanari (Teatro delle Albe) nel 2011. Un progetto che va in controtendenza rispetto alla politiche delle vetrine degli ultimi anni, e lo fa in un momento di profonda incertezza per il panorama culturale italiano, che cerca di intravedere il proprio futuro al di là della mannaia dei tagli, dettata dalla crisi e da una classe politica miope nei confronti della desertificazione culturale che sta rischiando il nostro paese. Per la sua direzione Chiara Guidi ha puntato su due concetti chiave, che si riferiscono a un ambito estetico e a un ambito politico, intrecciandosi tra di loro: la musica e il territorio.
Continua a leggere Musica in scena. Intervista a Chiara Guidi