Archivi tag: editoria

La carta, il web e il futuro dei Media. Intervista a Giovanni Cesareo

«Il contesto in cui si muove l’informazione, in Italia, non è confortante». Non usa mezzi termini Giovanni Cesareo, storico studioso della comunicazione con un passato “sul campo” in un giornale come l’Unità del dopoguerra, per definire la crisi in cui naviga l’informazione tradizionale. A un atteggiamento refrattario alla lettura, che ha radici profonde in un paese dove l’informazione a mezzo stampa è sempre stato un fenomeno minoritario, si è aggiunta la costante erosione di lettori che i nuovi media provocherebbero. Carta – che dal primo ottobre varerà un quotidiano on line – ha chiesto a Cesareo una riflessione sui nuovi scenari che si aprono con lo sviluppo di internet, e sul tentativo del nostro giornale di attraversare più media, di essere un “mezzo di comunicazione sociale”.
Continua a leggere La carta, il web e il futuro dei Media. Intervista a Giovanni Cesareo

Piccolo è bello, insieme è meglio

piu-libri-piu-liberi-06L’edizione numero cinque della Fiera della piccola e media editoria, che si è svolta a Roma dal 7 al 10 dicembre, è stata indubbiamente un successo. «Più libri, più liberi» ha realizzato nel suo piccolo – che tanto piccolo non è – l’auspicio che contiene nel nome. Lo dicono gli organizzatori, lo dicono gli editori, e i numeri confermano. Enrico Iacometti [vicepresidente dell’Aie – associazione italiana editori e presidente del Gruppo piccoli editori] già guarda al futuro: «Il grande successo di questa edizione ci impegna, a partire da oggi, nella soluzione del problema più importante, ovvero come dare spazio ai numerosissimi altri editori che vorranno prendere parte alla prossima rassegna». Il Palazzo dei congressi dell’Eur era stipato di stand, oltre che di visitatori, accorsi nonostante i cinque euro d’ingresso. Continua a leggere Piccolo è bello, insieme è meglio

Padroni del libro

libriQuello della Fiera del libro di Torino, iniziata giovedì 4 maggio al Lingotto, è uno degli appuntamenti più importanti per l’editoria italiana di tutte le taglie. Stand, presentazioni, incontri ed eventi animeranno il salone fino a lunedì. Quest’anno, poi, Torino, assieme a Roma, si fregerà per tutto il 2006 del titolo di “Capitale mondiale del libro”, assegnato dall’Unesco. Tutto ciò si traduce in finanziamenti che daranno luogo – si augurano gli operatori – ad altrettante iniziative per stimolare la lettura in un paese come l’Italia, tradizionalmente pigro. Lo scorso anno solo il 41 per cento degli italiani di età superiore ai sei anni aveva letto almeno un libro non scolastico in un anno. Un dato tra i più bassi d’Europa. Continua a leggere Padroni del libro

Shopping da Effelunga

feltrinelliPer cinquant’anni la «F» a mezzo rombo, che troneggia sulle librerie della casa editrice fondata da Giangiacomo Feltrinelli, è stata più che un marchio un simbolo. Il simbolo di un’appartenenza. La Feltrinelli è la casa editrice che pubblica i diari del Che, il suo fondatore passò negli anni Settanta dalla militanza alla clandestinità. Le librerie della catena erano garanzia di qualità, luoghi in cui perdersi tra best seller di rilevanza internazionale e piccole edizioni ignorate dal mercato. Chi spendeva alla Feltrinelli aveva l’impressione di investire meglio i propri soldi. Chi ci lavorava, di contribuire a un grande progetto culturale della sinistra italiana.
Eppure qualcosa è cambiato. Sabato 15 aprile, per la prima volta nella storia della Feltrinelli, i suoi lavoratori sono entrati in agitazione e hanno scioperato dalle 4 alle 8 ore in tutta Italia, con punte di adesione del 70 per cento. Continua a leggere Shopping da Effelunga