Archivi tag: Chiara Guidi

Un triennio di partecipazione: considerazioni e prospettive per Santarcangelo dei Teatri

L’edizione di Santarcangelo 2010 può essere considerata come un punto di passaggio importante per quello che è il più longevo dei festival italiani dedicati al teatro e alle arti contemporanee.
Da un punto di vista simbolico lo è stata eccome, non solo perché Santarcangelo dei Teatri festeggiava i suoi primi quarant’anni, ma anche perché questa estate ha segnato il giro di boa di una triennalità molto particolare, in cui la direzione del Festival è stata affidata ad alcuni degli artisti romagnoli più rappresentativi della scena italiana: Chiara Guidi (Socìetas Raffaello Sanzio), Enrico Casagrande (Motus) ed Ermanna Montanari (Teatro delle Albe), accompagnati da un trio di critici-organizzatori come Silvia Bottiroli, Rodolfo Sacchettini e Cristina Ventrucci. 
Questo progetto di direzione seguiva a un periodo particolare attraversato dal Festival, culminato nell’abbandono della direzione artistica da parte di Olivier Bouin che ha portato all’edizione “acefala” del 2008. Dopo due edizioni è possibile avanzare non un bilancio, ma qualche considerazione su questa formula nata per recuperare un Festival in crisi e tanto voluta dagli artisti del territorio. Continua a leggere Un triennio di partecipazione: considerazioni e prospettive per Santarcangelo dei Teatri

Musica in scena. Intervista a Chiara Guidi

chiara guidiDopo un’edizione anomala, caratterizzata dall’abbandono del direttore artistico a poche settimane dal festival, Santarcangelo dei Teatri riparte quest’anno – dal 3 al 12 luglio – con un progetto triennale affidato a tre artisti che sono allo stesso tempo grandi nomi della scena contemporanea ed espressione del territorio romagnolo. L’esordio del nuovo corso – che deve fare i conti con una crisi interna che ha messo in dubbio la tenuta stessa della manifestazione che compie quest’anno 39 anni – è affidato a Chiara Guidi (Socìetas Raffaello Sanzio), a cui faranno seguito Enrico Casagrande (Motus) nel 2010 ed Ermanna Montanari (Teatro delle Albe) nel 2011. Un progetto che va in controtendenza rispetto alla politiche delle vetrine degli ultimi anni, e lo fa in un momento di profonda incertezza per il panorama culturale italiano, che cerca di intravedere il proprio futuro al di là della mannaia dei tagli, dettata dalla crisi e da una classe politica miope nei confronti della desertificazione culturale che sta rischiando il nostro paese. Per la sua direzione Chiara Guidi ha puntato su due concetti chiave, che si riferiscono a un ambito estetico e a un ambito politico, intrecciandosi tra di loro: la musica e il territorio.
Continua a leggere Musica in scena. Intervista a Chiara Guidi