Archivi tag: arte murale

I murales di Blu, o cosa ne pensiamo oggi della distruzione dell’arte

Blu murales berlino

Quando si parla di opere d’arte distrutte, cancellate, la prima cosa che viene alla mente sono le epurazioni naziste della cosiddetta “arte degenerata”, i roghi di libri che hanno ispirato un grande classico come Fahrenheit 451 o tutt’al più l’atto sconsiderato di un vandalo. C’è la possibilità che la soppressione di un’opera d’arte cambi segno e diventi un gesto politico? Sembrerebbe di sì, se a farlo è lo stesso artista che ha creato l’opera, e se lo fa con un obiettivo preciso. Nella notte tra l’11 e il 12 dicembre a Berlino sono scomparsi due grandi murales di Blu, artista italiano considerato tra i più importanti della street art internazionale. A riportarlo è un quotidiano berlinese on line in lingua italiana, Il Mitte, che già il giorno dopo avanza l’ipotesi che sia stato lo stesso artista a procedere alla cancellazione di “Chains” e “Brothers”, due opere che campeggiavano dal 2007 e  dal 2008 su quello scorcio di Kreuzberg, diventandone un segno distintivo. Continua a leggere I murales di Blu, o cosa ne pensiamo oggi della distruzione dell’arte

Annunci

Muri sognanti. Intervista a Dem, Hitnes, Run, Allegra Corbo

L’edizione numero 40 del Festival di Santarcangelo, che si è svolta a luglio, ha dedicato uno spazio di tutto rilievo alla cosiddetta “street art”, l’arte di chi dipinge sui muri cittadini modificando la visione e l’ambiente circostante. Oggi il lavoro di alcuni degli artisti che si esprimo sui muri delle città è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, come quello di Blu o di Ericailcane (quest’ultimo tra il gruppo di artisti invitati). A Santarcangelo, che non è una metropoli ma un paese, la presenza di questi artisti invitati dal festival a riempire gli spazi del panorama urbano ha avuto un grande impatto ed è stata accolta con entusiasmo dalla gente. Giocando sul nome di Santarcngelo, gli artisti presenti al festival hanno realizzato immagini che si confrontano con tematiche del repertorio religioso, ovviamente alla loro maniera. Abbiamo raggiunto e parlato con alcuni di loro – Run, Dem, Hitnes e Allegra Corbo – per farci raccontare come è cambiata la street art e come si confronta oggi con lo spazio urbano. Continua a leggere Muri sognanti. Intervista a Dem, Hitnes, Run, Allegra Corbo

La pelle della città. Intervista a Sten

sten-veneziaNel groviglio di simboli e segni che ridisegnano costantemente la “pelle” della città di Roma, i suoi muri, le sue strade, il tratto di Sten è ormai divenuto una linea inconfondibile. I suoi lavori, realizzati con la tecnica dello stencil, vengono racchiusi sotto l’etichetta di “street art”, arte di strada, ovvero l’evoluzione di quel filone artistico che senza soluzione di continuità passa dalla stagione della New York anni ottanta fino ai muri di casa nostra, tra artisti già consacrati e autori anonimi. I suoi lavori sono da tempo passati anche per i muri delle gallerie, e di recente Sten (o –sten–) ha aperto uno studio nel quartiere romano di San Lorenzo, l’«Off Of The Street» in via dei Piceni, assieme ad altri due protagonisti della scena artistica romana, Lex e Lucamaleonte. Lo abbiamo raggiunto per chiedergli quale sarà secondo lui l’evoluzione di questa arte “della strada”.
Continua a leggere La pelle della città. Intervista a Sten