Archivi tag: Amirali Navaee

Fare arte a Tehran. Intervista ad Amirali Navaee

un fotograma da "Saba in the wind"

Amirali Navaee è un ragazzo alto e spigliato, con una perenne espressione sorridente sul volto. Inconfondibile con il suo cappello modello borsalino in testa, nei giorni del festival Fadjr di Teheran, la più grande manifestazione di teatro e di cinema della capitale iraniana, lo si incontra come tanti altri artisti nei caffè della capitale, a discutere dell’opera dei suoi coetanei e dei maestri più affermarti. Anche Amirali è un artista, per la precisione un filmaker. Ha realizzato diverse opere video e alcuni cortometraggi che sono stati proiettati anche in Europa, alla Biennale di Venezia e più di recente alla Berlinale. In Italia è stato ospite del festival Es.Terni, in Umbria, dove ha realizzato una videoistallazione intitolata «Saba in the wind», ispirata alla tradizione sufi, e ha presentato un cortometraggio dal titolo «My atomic beloved». Ambientato in una Teheran deserta dodici ore prima che una bomba atomica distrugga la città, il film racconta di un ragazzo che si aggira per la capitale iraniana in cerca della sua ex fidanzata, mentre tutto a torno la gente cerca di mettersi in salvo. Continua a leggere Fare arte a Tehran. Intervista ad Amirali Navaee

Annunci