«To play or to die» di Babel / Giuseppe Provinzano

giuseppe provinzano - to paly or to die - ilaria scarpaDell’Amleto di Giuseppe Provinzano (Babel) non ci portiamo a casa le soluzioni di costumi suggestivi, da personaggi di pezza, che ricoprivano anche il ruolo di una scenografia da teatro povero – forse l’aspetto più convincente dell’allestimento. Né ci portiamo a casa la morale di un re incestuoso e sprezzante delle leggi dell’uomo e di Dio (Claudio), un po’ troppo facilmente accostato a Berlusconi, con tanto di didascalia. Quel che ci portiamo a casa sono, piuttosto, gli inserti che il regista e attore palermitano ha voluto inserire in mezzo allo spettacolo, che hanno per bersaglio i suoi colleghi del “teatro contemporaneo”, quelli che usano i video e altri oggetti strani, per dirla con le parole di Provinzano, quelli che “forse non ho gli strumenti per capire”. Inserti del tutto gratuiti – nel senso che nulla hanno a che vedere con lo svolgimento del lavoro, se non un generico richiamo del titolo a un teatro “originario”, il teatro, quello senza aggettivi (e quale sarebbe? chi lo decide e su che basi?), che starebbe soccombendo sotto i colpi degli intrallazzi – perché, forse conoscono ostacoli di “genere”? – e dei meticciati dell’arte. Beh, a noi il meticciato continua a piacere, così come il teatro d’arte, e il teatro senza appellativi, proprio perché privo di definizioni, può assumere per fortuna qualunque forma, basta che abbia un senso. Cerchiamo quello, facciamolo tutti insieme, e teniamo gli occhi bene aperti: i nemici sono da tutt’altra parte.

:: visto a Short Theatre 8 ::

.

[da Quaderni del Teatro di Roma n°16 – ottobre 2013]

cover QTR 16

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...