Camminando per Zongo Street

Kumasi è una città reale? Sì, è un capoluogo del Ghana che conta quasi un milione e mezzo di abitanti. Ma la Kumasi raccontata ne «Il profeta di Zongo Street» è un luogo letterario che si vuole africano, e di certo lo è, ma si nutre di un immaginario espanso, quello del suo autore vissuto per vent’anni nella Grande Mela: Mohammed Nassehu Ali. E anche quando l’inquadratura si sposta dalla Zongo Street dei racconti mitologici di nonna Uwargida, alla New York di badanti nere che non vogliono morire lì, lontano in America, o di paradossali discussioni tra tassisti armeno e musicisti africani, sullo sfondo c’è sempre l’aura di Kumasi, quello che ci si è lasciato dietro o quello che si spera di ritrovare lungo il cammino, onirica e realissima unità di misura nel cuore liquido – direbbe Baumann – del grande occidente. Il New Yorker ha definito Ali “uno degli autori più importanti della nuova generazione”; e anche noi ve lo consigliamo.

Mohammed Nassehu Ali
«Il profeta di Zongo Street»
66thand2nd, 214 pagine, 16 euro

[da Carta n°42/2009]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...