Il teatro senza corpo

senzacorpoSenza corpo. È così che si presentano sulla pagina gli otto testi teatrali raccolti da Debora Pietrobono per Minimum Fax nel volume omonimo [272 pp, 12,50 euro], in una particolare tappa del Best Off che la casa editrice propone ogni gennaio (raccogliendo il meglio della narrativa off), tutto dedicato all’autoralità della scena contemporanea. Senza corpo, perché chi ha avuto la fortuna di vedere gli spettacoli da cui sono tratte le parole del volume – alcune delle perle di queste ultime stagioni – sa quanto contino i corpi e le voci degli attori che le hanno interpretate oltre (nella metà dei casi) a scriverle. Corpi che giustamente Pietrobono descrive come “eccentrici, ammalati, squilibrati”, che riescono così bene a comunicarci senza ansia di mimesis, ma con lo slancio dell’illuminazione poetica, il disagio profondamente “corporeo” dei nostri giorni.
Eppure queste parole, che da sole non fanno gli spettacoli, sono però in grado di produrre letteratura. Lucia Calamaro, Daniele Timpano, Oscar De Summa, Alessandro Langiu, Michele Santeramo, Tino Caspanello, Sergio Pierattini e Giuliana Musso assieme a Massimo Somaglino – questi gli autori – riescono a produrre letteratura sulla pagina, senza scivolare nel cruccio storico del teatro, quello di produrre pedissequamente letteratura sulla scena. Un bel risultato, che non è sfuggito alla casa editrice romana, perché è in grado di sovvertire uno dei vicoli ciechi in cui spesso incappano letteratura e editoria: gli steccati di genere, nero-giallo-rosa-blu, che si presumono garanzia di successo economico. Chi scrive per il teatro non si pone il problema della pubblicazione, e sperimenta la forza della parola in scena: il risultato sono storie che brillano per necessità e autosufficienza. Convertite su carta, danno vita a un volume prezioso, bello da leggere e valido nell’operare una ricucitura, mai davvero sanata, tra scena e letteratura.

[da Carta n°08/2009]

cover-09-08

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...