Istanbul tra realtà e magia. «Il libro nero» di Orhan Pamuk

Esce per Einaudi prima traduzione dall’originale turco de «Il Libro Nero» (già pubblicato da Frassinelli nel 1996), romanzo dalle tinte noir del premio nobel turco Orhan Pamuk, grazie al quale nel 1990 si impose all’attenzione della critica internazionale.
«Il libro nero» è la storia di Galip, un giovane avvocato di Istanbul, che si mette sulle tracce della moglie scomparsa. Ruya ha lasciato dietro di sé solo una vaga lettera d’addio, scritta con l’inchiostro verde. È proprio questo particolare a suscitare lo stupore di Galip, perché di quel colore era anche la biro che perse in mare da bambino durante una gita con Ruya, e che il fratellastro di lei, Celal, ha inserito nella sua rubrica giornalistica su «Milliyet», dove immagina tutti gli oggetti che salterebbero fuori se d’improvviso il Bosforo si seccasse. Celal è diventato un giornalista importante, impegnato in un’opera monumentale di ricostruzione della città attraverso gli oggetti, quelli moderni dai nomi occidentali, e quelli antichi, impolverati e in disuso, che meglio delle parole raccontano il passato della Turchia. Lui forse potrebbe essere il contatto per ritrovare Ruya, se non fosse che anche Celal è scomparso.
Così l’improvvisato detective deve ricomporre il puzzle che forse si affaccia già dalle vecchie rubriche di Celal. Sullo sfondo del romanzo di Orhan Pamuk c’è la sua città, una Istanbul sospesa tra un passato magico e un presente rarefatto, onirico – un punto di intersezione dove ogni cosa è collegata con tutto il
resto. In Pamuk, lo strumento del noir è un pretesto per raccontare una storia molto più ampia e suggestiva, una storia che non ha un unico svolgimento che si affaccia dalle pieghe della città, dalle sua strade e dai suoi palazzi.
La storia che, nei suoi mille rivoli e nelle sue molteplici e impreviste connessioni coincide con la storia – o almeno con una delle possibili storie – di Istanbul stessa, crocevia di religioni e razze sì, ma soprattutto di esseri umani.

Orhan Pamuk «Il libro nero»
Einaudi, 512 pagine,19,50 euro

[da Carta n°29/2007]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...