Nuovo esordio per i Carpacho!

Della band dei Carpacho!, formazione che già nel 2003 si aggirava tra i santuari dell’off capitolino, si erano perse le tracce. Torna a farsi sentire nel 2007, ed è praticamente una rinascita. Il loro album d’esordio è «La fuga dei cervelli» [Sleeping star], titolo doppiamente ironico in un periodo di stagnazione come raramente ne ha avuti l’Italia, pur essendo una nazione con la vocazione all’immobilismo. E il disco è davvero un piccolo gioellino di indi-pop, scanzonato e dadà ma con dei pizzichi di poesia che lasciano intravedere una profondità ulteriore. Discorso che vale anche per la qualità musicale, pregevolissima, al di là dei motivetti naive accompagnati da controcanti in falsetto che testimoniano il peso specifico dell’ironia in questo lavoro di rifrazione del presente catodico e patinato che ci ritroviamo a vivere. Così dalla pratica della masturbazione (che “ha un ritmo che mi piace”) dell’omonima «C.a.r.p.a.c.h.o.» si passa senza soluzione di continuità alla ricerca di “attrici altissime” per un amore da «Toilette», e alla romatica promessa di una notte ai «Tropici» per dormire al ritmo di condizionatori accessi. Per arrivare all’estratto «Regole per un cervello difettoso» – quasi un manifesto di autismo adolescienzial-dadà – e al ritmo bandistico squinternato di «Bossa draga». Non vi fate sfuggire questo cd: un mix simile di ironia, freschezza e visionarietà è davvero raro.

[da Carta n°27/2007]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...