Il tempo del cambiamento. Intervista a Paolo Beni

arci-logoL’8 e il 9 di ottobre si terrà a Roma, all’Ambra Jovinelli, il congresso straordinario dell’Arci, durante il quale verrà eletto il nuovo presidente nazionale. Un congresso che sarà segnato dalla figura e dalle idee di Tom Benettollo [l’ex presidente dell’Arci, scomparso lo scorso giugno], dalle quali prenderà il via la riflessione per pensare l’Arci di domani. “Il tempo del cambiamento è ora. Pace, diritti, democrazia”, è lo slogan del congresso: parole di Tom Benettollo, che ben sintetizzano la necessità di ripensare la politica e l’impegno a partire da temi urgenti e generali come la pace e la giustizia sociale. Ma questo appuntamento sarà anche un momento importante di dialogo con i movimenti, il mondo dell’associazionismo, e con tutti i soggetti impegnati nella costruzione di un’alternativa al sistema di guerra permanente.
Un primo dato importante di questo congresso secondo Paolo Beni, attuale presidente di Arci Firenze e candidato presidente dell’Arci nazionale, è che a poca distanza da un evento come la scomparsa di Benettollo, l’Arci abbia reagito positivamente organizzando il congresso e tenendo una linea unitaria in piena continuità con quella di Tom. Dice Beni: “La linea di Tom era anche quella di tutti noi. Scegliere le sue parole come slogan ha un grande valore simbolico, perché esprimono la lettura che fa l’Arci della fase politica: il paese ha bisogno di un’alternativa ed è pronto per costruirla. In questo senso l’Arci vuole essere attiva, come soggetto nuovo della partecipazione sociale. Cambiare vuol dire che la discussione programmatica va ripensata radicalmente, non può essere materia esclusiva dei partiti. Sindacati, associazioni e movimenti devono rivendicare il loro ruolo attivo nell’individuazione dei contenuti che il centrosinistra dovrà portare avanti”.
La posizione dell’Arci sulla pace è nota. “Il nostro compito – continua Beni – è di far prendere una posizione chiara alle forze politiche su questo tema. Lo stesso vale per diritti e democrazia: il welfare va allagrato e la dimensione pubblica riqualificata per contrastare il neoliberismo; per noi è basilare che il centrosinistra si impegni concretamente su questi punti senza ambiguità”. Ma al di là dei temi generali, l’impegno dell’Arci prosegue anche nel quotidiano, ad esempio portando avanti le battaglie per il voto ai migranti, il diritto di cittadinanza o ancora per la legge sulla cooperazione intrenazionale.
Il congresso di Roma, quindi, guarda al futuro, ma a partire dalla continuità con il lavoro in questi anni. Aggiunge Beni: “In fondo questa è sempre stata una caratteristica dell’Arci. Il cambiamento è frutto di una capacità di rinnovarsi e di identificare nuove tematiche, ma al tempo stesso nasce dalla riscoperta delle nostre radici. I temi della partecipazione, a ben vedere, sono quelli di cento anni fa, ma adeguati all’oggi. In fondo sono lo spirito originario dell’Arci”.
Per l’Arci, i numerosi laboratori politici locali sparsi per l’Italia saranno il punto di partenza per stimolare e influenzare la politica nazionale, schiacciata tra l’impotenza rispetto alle decisioni sovranazionali del neoliberismo e l’assenza di creatività rispetto a ciò che avviene al livello locale. Per questo il dialogo con movimenti e sindacati e chi nella politica e nelle istituzioni vuole costruire un’alternativa è uno dei nodi del congresso. “In fondo – conclude Beni – è questo il nostro mestiere: tenere aperto il dialogo e influenzare la politica senza sostiturvisi. I movimenti hanno sempre fatto così: anni fa temi come l’ambiente o i migranti erano ignorati dalla politica e portati avanti dalle associazioni; oggi non più”.

[da http://www.carta.org]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...